giovedì 15 dicembre 2011

Sankta Lucia - versione rivista e corretta

Quest'anno la festa natalizia del mio nuovo posto di lavoro è stata accorpata a quella di altri due ambulatori di medicina di base situati poco fuori città. Ritrovo in un ampio locale in città per ascoltare una presentazione sulla medicina di base, e poi via verso un ristorante del centro per il tradizionale Julbord, ovvero il buffet di cibi tipici natalizi svedesi. Scopo della serata: non solo festeggiare il Natale in compagnia con del buon cibo, ma anche socializzare con altri colleghi che lavorano altrove, e divertirsi assieme.
Nell'invito alla serata comune era anche inclusa la richiesta - per ognuno dei tre posti di lavoro - di organizzare "qualcosa", a scelta libera, per intrattenere gli altri. Da parte nostra, dopo vari pensamenti e ripensamenti (e dicussione a riguardo inclusa nell'ordine del giorno di una riunione tra colleghi - quanto sono pianificatori questi svedesi !) la decisione è caduta su un Luciatåg. Ovvero: sei canzoni tipiche natalizie (a partire ovviamente da Santa Lucia, testo svedese e italiano) in abito tipico (camicia da notte bianca lunga fino ai piedi), candele in mano per le ragazze e stelle sorrette da bastoncini per i ragazzi.
Ma cosa fare per dare un taglio scherzoso e "medico" al tutto ? Ecco comparire strumenti musicali inusuali: un misuratore di volumi polmonari, un martelletto per riflessi, un rettoscopio...
Dopo varie prove (ma quanto la prendono sul serio questi svedesi...) il risultato: una performance a tre voci esilarante e molto apprezzata ! Devo dire che vedere i miei colleghi ultracinquantenni con la camicia da notte cantare con incredibile convinzione con la stella in una mano, il rettoscopio nell'altra e il cappello a punta da stjärngosse non aveva prezzo...

3 commenti:

destinazioneestero ha detto...

Che belle iniziative!
Qui a Istanbul il Natale non si sente per niente! Almeno finora...

Giulia ha detto...

E ci credo che bisogna fare le prove, per suonare Santa Lucia sul rettoscopio!
(mi sto ancora rotolando per terra...)

mariantonietta ha detto...

anche alla festa di natale a lavoro del Capitano c'era la famiglia svedese che era addobbata come descrivi, ma senza rettoscopio, quanto sono banali! ;)