mercoledì 5 gennaio 2011

Finalmente si scava !

Una telefonata nel pomeriggio precedente ci aveva annunciato l'inizio dei lavori sul terreno della nostra futura casa. E cosí ieri mattina alle ore 7 precise con una "piacevole" temperatura di -12°C ci siamo fatti trovare sul posto per un breve incontro chiarificatore con il responsabile del cantiere relativo a delle quote sulle fondamenta.
Daniele, il fidanzato della sorella di Silvia (che sono stati nostri ospiti durante le festivitá dell'ultimo dell'anno), ingegnere e impresario in quel di Vicenza, ha avuto la possibilitá (anche se non era molto felice di svegliarsi alle sei e mezzo del mattino) di essere con noi sul posto e fare cosí alcune domande tecniche.

Per noi é stata un'ottima occasione per avere al nostro fianco un vero esperto e prendere piú facilmente le decisioni che erano in ballo. Abbiamo potuto anche vedere il tipo di fondamenta che verranno realizzate nonché tutti i tipi di materiali ed isolamenti che verranno impiegati e a quanto pare sembriamo essere proprio in buone mani.
La parte piú divertente dell'incontro é arrivata quando Daniele ha chiesto al capo cantiere se voleva venire a lavorare in Italia dove magari avrebbe trovato almeno delle temperature meno rigide ! Ovviamente come gran parte degli svedesi anche lui si è subito dimostrato interessato...


Aggiornamento del 8 gennaio: ecco una foto "fresca fresca" del cantiere...

8 commenti:

Helga ha detto...

Buon cantiere allora, godetevelo! E adesso faccio una domanda stupida: come si scava il terreno a temperature così rigide? Sarebbe interessante un post sulle tecniche di coibentazione degli edifici lassù.

Serendipity ha detto...

Direi che l'anno non poteva iniziare meglio! Auguri per tutto!

sdonatelli77 ha detto...

...se il buon giorno - bell'anno si vede dal mattino !!!

Roberto ha detto...

Spero sarà una bella casa moderna come quelle che sanno costruire gli svedesi, per intenderci da rivista di architettura!
Non penso gli convenga tanto venire a lavorare in Italia!
Sono un architetto...in fase di fuga dal bel paese!
Un saluto!

Akaah Aren ha detto...

In bocca al lupo per la nuova casa.. Se avete un attimo di tempo, aggiornate il mio link sui vostri blog amici.. Sono Suomenrakastajatar, ho aperto un nuovo blog a questo indirizzo per potervi seguire più da vicino :)
Saluti!

Anonimo ha detto...

Perfetto, attendiamo una bellissima rassegna fotografica delle fasi principali di costruzione con individuazione di alcune particolarità e singolarità.
Circa la consulenza dei familiari di Silvia... (permettetemi ironicamente..) c'è un vero esercito che potrebbe collaborare alla verifica strutturale ed architettonica dei lavori di edificazione... purchè rigorosamente, l'osservazione e la consulenza sia effettuata in loco... in Svezia appunto.
Buona Continuazione. Con affetto Asperti Giorgio (BG)

Marco ha detto...

ciao!
ho trovato il vostro blog per caso cercando informazioni sulla conversione della mia patente italiana in svedese. Anche io sono un cervello in fuga, vivo in Svezia da quasi 5 anni, dove dopo la laurea ho cominciato il dottorato di ricerca in neuroscienze.
Fa piacere leggere di persone come me in questo paese che condividono esperienze simili. Continuerò a leggervi con interesse!
Se mi posso permettere una domanda, quanto ci è voluto per convertire la vostra patente di guida in svedese? io sono 3 mesi che aspetto e non ho ricevuto nessuna notizia...
tanti saluti da Malmö!
Marco

Silvia ha detto...

@ Marco: per la patente a Gabriele non ci è voluto così tanto... prova a chiamare e a parlare con il responsabile ! Può essere che stiano attendendo la conferma della validità dall'Italia...