martedì 14 luglio 2009

Allo stadio con il due per uno

Il ritorno del sole ci ha messo particolarmente di buon umore stamattina ed al risveglio della Silvia che ieri aveva fatto il suo primo turno di guardia notturna all'ospedale (il primo di tre in una settimana... che le garantiranno ben 45 ore di recupero, in pratica una settimana di vacanza aggiuntiva - sono senza parole), siamo usciti per alcuni adempimenti burocratici.
La mia fortuna con gli uffici pubblici (o la scarsa affluenza di pubblico) ci ha garantito zero attesa allo Skatteverket (l'ufficio tasse) dove ci siamo recati per fare la carta d'identità svedese, il secondo passo dopo la ricezione famoso "persornummer". Con poco più di 30 euro avremo una carta d'identità con firma digitale e con tanto di "legittimazione elettronica" che ci permetterà di stampare direttamente dal computer di casa un sacco di documenti e certificati per i quali altrimenti ci si dovrebbe sempre recare negli appositi uffici.
Di seguito siamo passati da Hyresbostader (la grande agenzia comunale proprietaria dell'appartamento dove abitiamo) per ritirare una carta degli sconti riservati agli affittuari. La scoperta dell'esistenza di questa carta è avvenuta in maniera piuttosto curiosa ieri sera verso le sette quando, mentre ce ne stavamo a finestre aperte, abbiamo sentito le grida dei tifosi presenti allo stadio del calcio che è proprio a poche centinaia di metri da qui.


Incuriositi dalla cosa abbiamo controllato sul web di che tipo di partita si trattasse; era la partita di campionato tra IFK Norrköping e Falkenbergs - finita 5:1 - della serie "Superttan" (la nostra serie B nella quale la squadra di casa è retrocessa l'anno scorso). Girovagando nel sito web della squadra del IFK abbiamo scoperto che gli abitanti di Hyresbotader possono assistere alle partite casalinghe con una promozione 2x1: in pratica con 180 corone, poco più di 15 euro, potremo vedere in tribuna le partite del Norrköping grazie appunto alla famosa carta che offre inoltre moltissimi sconti del minimo 10% sui negozi cittadini.
L'ultimo adempimento burocratico della giornata è stata la preparazione delle carte da spedire a Stoccolma per l'iscrizione all'AIRE (Anagrafe degli Italiani all'Estero) ed altre cartacce da rispedire in Italia per non pagare più la tassa dei rifiuti, visto che in Italia non ci abitiamo più !

6 commenti:

alessandro ha detto...

due cose:
primo, io ci metterei nella busta per l'esenzione italiana alla tassa rifuti una bella buccia di banana...tanto è biodegradabile; secondo, ma se vai a vedere l'udinese e gli mostri la nostra tessera sanitaria rivendicando uno sconto, in quale occhio ti sputano?

gattosolitario ha detto...

Spero che non abbiate problemi per la ID svedese. Per ritirarla infatti c'é bisogno di qualcuno che garantisca per voi, e deve avere un'altra ID svedese (passaporto italiano non é valido) ed essere sposato. Quindi se la Silvia ne ha giá una bene, altrimenti si perdono i soldi. É un problema molto grosso... speriamo bene!

gattosolitario ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Gabriele ha detto...

@gattosolitario: hanno accettato il passaporto di Silvia che è stato fatto dopo il 2006 (è di quelli nuovi che hanno sulla copertina un piccolo simbolo in basso), mentre non hanno accettato il mio che è stato fatto nel 2004. Così la Silvia ha garantito per me... tutto ok cmq perchè la tipa è stata molto gentile

gattosolitario ha detto...

Il problema é al ritiro per quanto ho letto : ) Poi come al solito da queste parti ogni impiegato fa a modo suo!

Giovanni Turra ha detto...

bello anche lo stjarn krogen dentro lo stadio. Ci andate? ;) A presto!