venerdì 4 maggio 2012

Gräsmatta

Gräsmatta: questa strana parola svedese intraducibile in un'unica parola italiana... tappeto erboso forse si addice ma non rende completamente l'idea di quello che si tratta.
E' arrivato su pallet in rotoli di 2 metri e 60 centimetri di lunghezza e quaranta di larghezza, in pratica delle fette di erba con tanto di substrato terroso dallo spessore di un paio di centimetri. 


Ogni rotolo pesa tra i 12 e i 20 kg. Fresco fresco perché appena raccolto o meglio prelevato dal suo luogo di origine a Skänninge. Per ritagliare i rotoli dal terreno viene usata una speciale macchina che taglia le fette già nella misura predefinita.


Il nostro gräsmatta è stato coltivato a Skänninge a circa 75km di distanza da casa nostra. Oggi sono iniziati quindi i lavori per, come si dice, "rullare il gräsmatta", frase di misto svedese-italiano, quello strano linguaggio che tutti gli italiani alle prese con lo studio dello svedese capiscono perfettamente... ;)


Le raccomandazioni per le prossime settimane sono quelle di non camminarci sopra o meglio cercare di farlo il meno possibile facendo attenzione a mettere il piede piatto lungo le saldature questo per non caricare il peso sul tallone che altrimenti andrebbe a rovinare le piccole radici che nel corso dei prossimi giorni salderanno piano piano il tappeto al substrato di terra. Anche la terra ha la sua importanza e le venti tonnellate che ci sono state consegnate nei giorni precedenti sembrano di buona qualità a sentire gli esperti con il giusto contenuto di sabbia e la giusta grana...
Un'altra raccomandazione che ci è stata fatta è quella di non lasciare assolutamente che l'erba si asciughi. Ossia il substrato deve essere sempre umido e quindi, specie se nei prossimi giorni il sole splenderà, occorrerà bagnare il prato alla sera. Per questo oggi pomeriggio andrò ad acquistare uno di quegli accessori oscillanti che servono appunto a tale scopo.
Per il resto occorrerà solo aspettare queste tre settimane. L'erba la prima volta non dovrà essere tagliata  fintantoché non avrà raggiunto l'altezza di sei centimetri. Insomma c'è un sacco da imparare con questo gräsmatta, speriamo solo che il risultato finale sia buono, ma già dalle prime battute sembra che siamo sulla buona strada.


3 commenti:

pitito ha detto...

Fino a "gras" posso pure arrivarci, ma "matta" che ci azzecca? :D

minciati.it

CeciliaChristine ha detto...

Otni volta che vi leggo mi viene sempre più voglia di trasferirmi in Svezia! :-)

Silvia ha detto...

Un pulpito di banalità: ma in Svezia sono belli pure i prati:-) State facendo un lavorone ma dalle vostre foto mi sembra stia venendo benissimo! Buona estate svedese ragazzi!