martedì 23 marzo 2010

La nuvola di Fantozzi

Ieri sera eravamo stati a trovare degli studenti italiani in Erasmus che abitano qui a Norrköping. Uno studente ed una studentessa di infermieristica ed un loro amico (tutti emiliani) che da metà gennaio stanno provando il sistema sanitario svedese dal punto di vista di chi ci lavora dentro.
La serata è stata molto piacevole, allietata dalla pizza sapientemente preparata da Matteo sotto gli attenti sguardi di Fabio e Ashley. Ci siamo divertiti parecchio tra i racconti della loro formazione universitaria in terra svedese e le incredibili esperienze lavorative italiane (purtroppo negative) che hanno destato non poco stupore ed incredulità in tutti i presenti. Purtroppo quando si incappa in gente poco onesta le conseguenze che a volte si subiscono possono essere anche piuttosto pesanti. Tuttavia nonostante la serietà dei problemi discussi, la simpatia e le risa non sono mancate... anche se devo dire che ad un certo punto mi è venuto un forte sospetto sulla presenza della classica "nuvola di Fantozzi".
I miei sospetti però si sono consolidati a cena finita, quando alle 23.30 giunti salutati gli amici, ci siamo diretti verso il parcheggio completamente deserto. Una volta saliti in macchina e diretti verso l'uscita del parcheggio, la nuvola di Fantozzi si è nuovamente materializzata sotto forma di macchina della polizia...

Controllo di routine... patente (e con immensa soddisfazione ho sfoggiato la mia nuova patente svedese) e controllo tasso alcoolico. Il poliziotto è stato molto gentile chiedendoci cosa facevamo da quelle parti e tutto poi è finito bene, anche se per un attimo abbiamo temuto che la "nuvola" affondasse il colpo...
Con quello di ieri sera è stato il secondo controllo sul tasso alcoolico alla guida che mi sono beccato in Svezia in soli nove mesi. In Italia, dove guidavo decisamente di più, non mi è mai capitato in 20 anni !

5 commenti:

Serendipity ha detto...

anche a me è capitato il controllo del tasso alcolico in Finlandia...in strade pressochè deserte! non ci hanno fatto nessun controllo di patente ma ci hanno fatto soffiare direttamente nella cannuccina!
io guido da 10 anni e qui non mi è MAI capitato!

Anonimo ha detto...

CIAO SON SEMPRE PAOLA,PADOVA ,A PROPOSITO DI SANIT COME SIETE MESSI COI DENTISTI..DA NOI SEMPRE PEGGIO
http://www.unita.it/news/toni_jop/96274/a_denti_stretti

Anonimo ha detto...

Ciao Ragzzi, sono Fabrizio, quello che vive a Stoccolma, ma volevo chiedere, per la patente svedese, hai fatto la conversione ? se si puo'? o hai rifatto l'esame ???

Gabriele ha detto...

@Fabrizio: io ho convertito la patente perché mi scadeva a gennaio 2010 così ho preso la palla al balzo e l'ho fatto alcuni mesi prima della scadenza. Non è servito alcun esame...

Anonimo ha detto...

ciao! Ho letto un po su vostro sito. E che sei medico nell mia paese mi fa venire troppe domande. Curiosita. Che io sono una svedese in italia che per ora sto a casa con le mie due piccole bambine. Da quando loro sono nate il mio mondo di italia e girato.. non in un tanto bello modo.. si Italiani amano i bambini e questo e un proprio bella cosa. Ma il modo di pensare intorno a i bambini e COMPLETAMENTE diverso. Ma le pediatri che ho avouto danno piu o meno sempre quando stanno male bambini ANTIBIOTICA e mai uno ha fatto il tampone neanche a hospitale. Qualche volta non ho dato l antibiotica perche Io giudicavo che non serviva e e passato naturale. E ogni volta che faccio vista regulare mi danno creme, goccie, medicine a dare a i miei bambini. Quando mi danno tutto questo una parte di me sente che i miei bmbini stanno proprio male che devono prendere tutto questo e e neanche riesco a distingue che cosa e davvero importante. Questa settimana mie bambini sono stati male "tracheite" altra raffreddore febbre 15 medicinali abbiamo preso insieme da due dottori e speso piu di cento euro adesso con tachi antibiotica e una cosa per la tosse stanno "bene".. In italia trovo un dottore che fa tampone prima di dare antibiotica?, sono solo stata sfortunata? o se voglio stare qua devo accetare come funziona qua e smettere di lamentarmi. E mi dice di dare tachi quando la mia bambina ha 38.5 ma sta giocando e quasi non nota la febbre.. lo so che conta poco ma sono underskoterska perche la medicina mi e sempre interessato e tutto qua e contrario come io sono creciuta e quello che ho imparato. Voi sentite la stessa cosa in Svezia ? Ma anche quando leggo su paggine italiane trovo piu o meno le stesse cose (regole di medicina)come ho imparato.. non lo so.. non voglio essere solo una rompere, una che non puo prendere i abitutine di dove sta. GRAZIE. Mi piacerebbe sentire qualcosa che pensa lei. CIAO -Lollo