venerdì 18 giugno 2010

La gaffe dell'anno

Oggi è proprio il caso che vi racconti la gag che sono riuscito ad innescare in ufficio per puro caso e frutto di un disgraziato incidente linguistico. Devo dire che ho tutte le attenuanti del caso e comunque è divertente raccontare l'accaduto.
Lunedì mattina ore 5.45, turno M che significa Morgon (mattina, appunto). In affiancamento (ormai sono quasi indipendente) ho il capo ufficio in persona, una persona molto simpatica e cordiale. Come sempre al lunedì mattina se ci troviamo di turno assieme scambiamo quattro battute su come abbiamo passato il weekend appena trascorso. E così anche questo lunedì dopo aver raccontato di quello che avevamo fatto sabato io e Silvia (una visita all'inaugurazione di un bellissimo museo dedicato all'aviazione e di cui ne parlerò con calma in un altro post), ho chiesto se lui era stato in barca a vela come spesso accade.
E qui si fa avanti l'incidente "diplomatico". Lui mi racconta che era stato a Malmö a trovare i suoi genitori e per partecipare a quello che capisco essere un matrimonio. Da buon italiano non perdo l'occasione per fare una battuta sul cibo e sul fatto che nei matrimoni di solito si mangi di tutto e di più... però vedo che lui rimane un po' sorpreso dalla mia uscita e la cosa finisce lì senza altri commenti.
Viene ora di pranzo e come al solito ci ritroviamo a tavola in 3-5 colleghi tra cui anche lo stesso capo. Durante il pranzo viene affrontato il tema sportivo e capisco che durante il weekend lui ha partecipato ad una corsa podistica in quel di Malmö appunto. Oddio... a questo punto mi accordo della meravigliosa gaffe che ho fatto. Per coloro che non avessero colto la sottile differenza ecco la soluzione all'inghippo.


Il matrimonio in svedese si scrive "bröllopet" e la corsa che si tiene a Malmö si chiama "Broloppet". Complice un po' il rintronamento da sonno delle 5 del mattino, complice la sua pronuncia tipica un po' del sud della Svezia, complice la vicinanza del matrimonio dell'anno (della principessa, sabato prossimo) ed il fatto che diversi colleghi in questo periodo avevano partecipato a matrimoni vari, ecco servito un meraviglioso fraintendimento.
Oggi in ufficio quando il capo è venuto da me e ci siamo chiariti siamo scoppiati tutti a ridere e devo dire che la gaffe è stata senz'altro apprezzata... però che sfiga dico io... difficilmente ricapiterà !

4 commenti:

S A ® A ha detto...

Può accadere di peggio e ne sono la prova evidente, il bello è che poi puoi riderci su!!

Ciao, Sara!

Robe ha detto...

ahahah Gabriele, a me capitano quotidianamente sebbene io stia ancora in terra italiana.
Avete avuto un'occasione in più per farvi due risate! :)
Ciao!
Roberto

Anonimo ha detto...

ciao!ultimamente vi seguo spessissimo, anche io avrei voglia di partire e trasferirmi, anche se purtroppo ora non mi è possibile.comunque tranquillo anche a me capitano peggio!
vorrei sapere una cosa se puoi dirmela, in svezia gli architetti/ingenieri edili sono ricercati?
ho fatto molte ricerche ma non è che abbia trovato un gran che al riguardo!ciaoo!!!!!

Morgaine le Fée ha detto...

I miei colleghi norrlandesi ti avrebbero difeso a spada tratta dicendo che quello era dialetto dello Skåne, mica svedese, e chi é che puó capirlo? ;-)