mercoledì 13 luglio 2011

Ancora qualche riflessione sulla medicina in Svezia e in Italia

Ne abbiamo parlato spesso, io e Giulia, della differenza abissale tra la formazione medica in Italia e in Svezia. Veniamo da una formazione medica avvenuta negli stessi anni e nello stesso posto, e quindi condivido appieno il suo bellissimo post, che trovate qui. Novanta minuti di applausi e standing ovation !

13 commenti:

Lisa ha detto...

Ho frequentato l'università di medicina e chirurgia, non per diventare medico ma come tecnico di laboratorio, ma le differenze che ho notato tra il mio corso e quello dei miei coetanei nel nord (Erasmus in una cittadina finlandese) è molto simile a quanto descritto nel post che avete linkato...il loro corso era anni luce dal nostro, seppur tirocinanti avevano già chiaro il loro ruolo ospedaliero e soprattutto l'esperienza per uscire dall'università ed entrare subito nel mondo lavorativo senza affiancamenti vari e senza essere considerati dei novellini..noi italiani siamo un popolo legato ancor a troppi vecchi concetti...

Elga ha detto...

Non sono medico, sono stata paziente . Quello che salta agli occhi anche nel settore medico stando all'estero (parlo di Austria e Germania e Francia) è l'età del personale medico e infermieristico: sono giovanissimi tutti e hanno tutti l'aria di sapere di cosa parlano, tutti diplomati e dal comportamento professionale e competente. In Italia ho avuto invece l'impressione , alcune volte, di gente sbrigativa, del "lei non si preoccupi, so io cosa faccio e perchè" , di un'organizzazione di fondo che destabilizza e strutture /macchinari datati. Per fortuna ho trovato anche gente competente e disponibile.

lybra219 ha detto...

Avete centrato il problema omettendo la parolina magica che spiega quasi tutto:MERITOCRAZIA,che significa opportunità per chi ha voglia di impegnarsi e di lavorare.Vanno avanti quelli bravi,non necessariamente e solo i geni (le percentuali di persone più o meno capaci sono abbastanza simili ovunque)ma coloro che mettono passione,impegno e serietà in ciò che fanno.Anche io sto cercando lavoro in Svezia,sempre in campo medico,ho fatto alcuni colloqui e le domande si sono sempre focalizzate su di me come persona e sulle mie competenze professionali.Nessuno mi ha mai chiesto se conoscessi qualcuno nè da chi fossi inviato.Credo che Silvia potrà fornire esempi di quanto vado dicendo!

eugenio4 ha detto...

Sono un Tecnico di Radiologia e sono anni che provo a fare concorsi ma per la maggiore non vincono sempre i più bravi. Io che sono figlio di nessuno e con tanta voglia di lavorare, mi demoralizzo a vedere tutto ciò. Spero, un giorno, di trovare il coraggio di andarmene dall'italia, proprio come avete fatto voi...vi stimo e vi abbraccio!!!!

Simonetta ha detto...

Ciao io mi sono innamorata della Svezia a prima vista e questo mio amore ormai dura da un anno. Ora che il mio inglese è migliorato e sto iniziando a studiare un po' di Svedese da sola mi sto muovendo per trovare un lavoro lì in Svezia.
Sto finendo l'università (scienze statistiche e marketing): pochi esami e la tesi (che è già scritta e al vaglio del professore da due mesi senza risposta ancora: tipico italiano!). Volevo chiedervi se voi potevate darmi qualche dritta su come cercare lavoro (qualche sito). So cercando qualsiasi lavoro anche come cameriera e se magari voi sapevate di qualche posto che cerca lì dove abitate voi.
Grazie e ancora complimenti per la vostra esperienza e il vostro blog.

Silvia ha detto...

@ Simonetta: www.ams.se (ufficio di collocamento svedese)

barbara ha detto...

Ciao Silvia
desidererei scriverti in privato.
Potresti darmi cortesemente la tua mail.
Grazie mille, a presto
Barbara

lybra219 ha detto...

Simonetta:metti da parte un po'di Euro e vai a fare un corso alla Folkuniversitetet che ha sedi quasi ovunque in Svezia.Sono molto preparati e professionali.Te lo consiglio caldamente e credo che Silvia e Gabriele te lo potranno confermare.

Carmine Volpe ha detto...

beh il dramma è che rispetto al film non è cambiato molto, non so se ridere o piangere :-)) complimenti per il blog

Marghe ha detto...

Come ho già scritto su Piccoli Vichinghi e sul mio blog... non posso che condividere (tristemente).
Grazie per avermi inserito nella lista dei blog amici!

perniko ha detto...

Ciao Silvia, sono interessato ad intraprendere il mio percorso specialistico in Svezia, la lingua è un requisito fondamentale o basta l'inglese? ci sono veramente aree della Svezia che c'è molta carenza di medici e c'è maggior possibilità di accedere all'st? per imparare lo svedese quanto credi ci voglia in media partendo da zero? grazie e complimenti per il blog.
Nick

Silvia ha detto...

@ perniko: - lo svedese è fondamentale, con l'inglese non si lavora.
- carenza di medici c'è un po' dappertutto, non saprei però dirti dove in particolare (forse all'estremo nord)
- i tempi di apprendimento dello svedese sono assolutamente individuali. Io ho cominciato a studiare a dicembre-gennaio 2009 e iniziato a lavorare a maggio 2009.

Silvia ha detto...

@ Barbara: lo trovi in alto a destra cliccando sul mio nome sotto "presentazione degli autori" !