mercoledì 15 aprile 2009

3° ed ultima tappa: Malmö - Norrköping 480 km

Siamo ormai in dirittura d'arrivo, oggi è l'ultimo giorno e arriveremo a destinazione, nella nostra nuova città.
Il tratto di strada iniziale percorre la costa occidentale con vista sull'Oresund, il sottile braccio di mare che separa la Danimarca dalla Svezia. La prima cosa che notiamo dopo esserci lasciati alle spalle la terza città più popolosa della Svezia è il traffico, o meglio l'assenza del traffico.
La strada si dirige verso nord lasciando la costa ed inoltrandosi verso l'interno tra boschi di betulle e di pini. La natura è chiaramente "più indietro" rispetto a quanto abbiamo potuto vedere nel nostro viaggio da sud a nord. Nella parte centro-meridionale della Germania ormai le prime fioriture degli alberi sono ben sbocciate, mentre qui si intravvedono solo delle piccole foglioline sulla cima degli alberi.
Per pranzo sostiamo a Jonköping, la città che è allungata sul lago Vättern, il secondo di Svezia. Ovviamente ci cade l'occhio sull'immancabile IKEA e così decidiamo di fare un giretto esplorativo per vedere se le cose in vendita sono le stesse che in Italia e chiarirci gli ultimi dubbi sull'arredamento (che comunque rimarranno fintantoché non saremo in grado di misurare esattamente le dimensioni delle stanze). Per ottimizzare i tempi ed anche per riempire gli ultimi decimetri quadrati rimasti liberi in auto (sotto il sedile del guidatore e in mezzo alle gambe del passeggero...) decidiamo di acquistare i piatti, bicchieri, posate e kit per il montaggio dei futuri mobili.


La seconda parte del viaggio scorre veloce tra campi e boschi ma oramai i chilometri che mancano a destinazione scendono l'uno dopo l'altro e il fedele navigatore Garmin rimane inchiodato sulle ore 15:35 che è l'ora in cui varchiamo la soglia di Norrköping.
Dopo 2024 km muoio dalla voglia di vedere la nuova casa e così, anche se le chiavi le avremo solo da domani, andiamo subito a dare un'occhiata dall'esterno all'edificio e al quartiere tutto nuovo vicino al centro.
Poi non rimane altro che passare al nostro Bed&Breakfast preferito (facciamo un po' di pubblicità perché se lo meritano: http://www.vastrastation.com) per dire che siamo arrivati e prendere possesso della nostra bella camera per le ultime due notti da "ospiti". Al nostro arrivo abbiamo ancora una volta prova dell'efficienza svedese, trovando in camera la lettera della banca con il bancomat e il personnummer (codice fiscale) richiesti la settimana scorsa.
Prima di cena scarichiamo un'enorme valigia per fare posto ad altri acquisti tecnici: spazzolone, secchio, detersivi vari, aspirapolvere, carta igienica, ecc che provvediamo ad acquistare con vari giri esplorativi tra MediaMarkt (in pratica il nostro MediaWorld), Bauhaus (il nostro Brico all'ennesima potenza) e Willy's (un supermercato con un sacco di spazio tra gli scaffali...).
Attualmente il numero di giorni operativamente impiegati per svolgere pratiche burocratiche, cercare appartamento e traslocare in auto ammonta a sei. Potremmo pensare di scrivere un libro: "come trasferirsi in Svezia in una settimana", che dite?
Domani è il grande giorno: si entra in casa !

7 commenti:

Massimo Previato ha detto...

E bravi i nostri ragazzi ! Siete uno stimolo per tutti coloro che vorrebbero emigrare... :-)
Per quanto riguarda l'idea del libro avrei un'ideuzza... scrivero' a Gabriele su FB in tal senso !
Un grosso "in bocca al lupo" e continuate a tenerci aggiornati!!!
Massimo

alessandro ha detto...

buon ingresso nella nuova casa....e buon lavoro per la sistemazione!!

Alex Danieli ha detto...

Hej!!!!
Hur är det?

alessandro ha detto...

ma non è che tra due mesi sarà vietato l'italiano su questo blog? No eh

Anonimo ha detto...

Ciao, appena entrate in casa (Silvia ovviamente in braccio), fatemelo sapere che stappo una bottiglia in onore... Menego

alessandro ha detto...

okkio al lampadario svedese però!!!

gattosolitario ha detto...

Visto che cosa incredibile... non c'é nessuuuuuuno tra Malmö e Stoccolma!