martedì 3 agosto 2010

Semipanico polare

Ecco lo sapevo. Ho finito il liceo da "soli" 13 anni e, nonostante olimpiadi di matematica chimica e fisica ai tempi che furono, mi sono dimenticata già tutto di scienza e dintorni (non che quella medica non sia una scienza, ma...). Puff, vuoto totale. 
A parte il primo giorno introduttivo, come avrete capito oggi si è cominciato a fare davvero qualcosa al corso. Ops, non mi aspettavo che fosse così tosto. Abbiamo già una caterva di esercizi di calcolo da fare a casa su orbite di satelliti, forze di attrazione gravitazionale, nonchè il progetto pratico che consiste nella costruzione di un razzo che poi verrà lanciato tra 10 giorni. Il problema con questo progetto consiste nel progettare l'oggetto il più accuratamente possibile in modo che finisca in aria e non finisca a terra con traiettoria obliqua (ovvero bilanciando esattamente tra di loro centro di gravità e centro di pressione), e calcolare, in base alle dimensioni del razzo, al peso, al tipo e quantità di combustibile, l'altezza che si prevede di raggiungere (dovrebbe aggirarsi intorno ai 50-200 m) la quale a sua volta dipende dalla densità (e quindi resistenza) dell'aria e da tutta una serie di altri parametri. Ok. Se il razzo vola dritto e l'altezza stimata è vicina a quella calcolata, si passa la prova ovvero 1/3 dell'esame finale. Per fortuna che la cosa si fa in coppia, e la mia "compagna" (presumibilmente anglo-pakistana con tanto di velo nero e intabarrata dalla testa ai piedi, ma che è tosta più di quindici norrlandesi maschi messi assieme) ha fatto il primo anno di ingegeria aerospaziale, e almeno con integrali e derivate se la dovrebbe cavare. Da stasera si studia, quindi. E anche domani sera, mercoledì-giovedì-venerdì-sabato-domenica. Aiuto. 
Per il resto, passando alle "amenità" kirunensi, oggi siamo andati a far visita al centro studi della città, ovvero una biblioteca-sala studio gigante con tanto di laboratori informatici, sale da videoconferenza e collegamenti multimediali di vario tipo, dove avremo accesso 24/7 per tutta la nostra permanenza qui. I norrlandesi-circolopolariani saranno pure dispersi nel posto meno popolato d'Europa, ma le possibilità per studiare (anche con corsi universitari a distanza) non se le fanno mancare. 
Domani invece tocca la visita - gratuita - alla miniera. Seguiranno, appena possibile, foto ed altre amenità. Stasera è prevista anche un'aurora boreale da queste parti. Vedremo se il cielo sarà abbastanza sereno da permettere di vederla e soprattutto se ce la farò a stare sveglia... 

6 commenti:

gattosolitario ha detto...

A me piacevano molto quelle materie, ed anche io feci olimpiadi di chimica e fisica... ma credo sarei proprio nella tua stessa situazione! A studiare allora, dai che andrá bene : )

Andrea ha detto...

Tra una studiata e l'altra non ti perdere l'aurora di stasera.
E poi non dire che non sei fortunata.
http://www.repubblica.it/scienze/2010/08/03/foto/il_sole_si_risveglia_le_foto_dallo_spazio-6038692/1/?ref=HRESS-2

sdonatelli77 ha detto...

buon lavoro...ehm studio !

Giulia ha detto...

aaah mi viene male! Anch'io ero brava in matematica ma ormai... Lycka till!

franco cilli ha detto...

Scusate se mi intrometto,sono un medico con qualifica di Medico di Medicina Generale e sto cercando senza successo informazioni sulla trafila da svolgere per trovare un posto di "Medico di Base"(uso un termine improprio)in Svezia. So che la lingua è una discrimnante fondamentale, ma ho sentito anche di corsi di lingue in loco.
Potreste darmi informazioni, suggerimenti ed eventuali dritte in merito?
Credo che in molti vi avranno fatto la stessa domanda, portate pazienza.
Sono regolarmente iscritto all'albo nazionale dei medici svedesi da alcuni anni.
Cordiali Saluti ed auguri per il vostro lavoro

Franco Cilli

Silvia ha detto...

@ Franco: se mi mandi la tua mail ti rispondo in privato !