lunedì 17 agosto 2009

Un affollato weekend

Un altro weekend è alle spalle. Ieri abbiamo avuto visite, diciamo pure "le prime" di amici che venivano direttamente dall'Italia in macchina. E le ho definite non a caso le prime perché martedì prossimo, grazie a questo blog, conosceremo una coppia di ragazzi padovani che durante la loro programmazione delle vacanze estive nel nord Europa, hanno deciso proprio di fermarsi una notte qui a Norrköping per incontrarci. Ovviamente questo ci fa molto piacere e li aspettiamo con trepidazione, per ascoltare i loro racconti di viaggio e le impressioni sul grande nord.
Nel frattempo con la piacevole visita della cugina di Silvia con il marito e due figli al seguito (anche loro impegnativi in una vacanza on-the-road nel nord Europa, di quelle che piacciono tanto anche a noi), nella giornata di ieri abbiamo avuto la possibilità di mostrare la nostra città con una piacevole passeggiata in centro e pranzare a Soderköping, la piccola cittadina sullo Göta Kanal a quindici minuti di auto da casa.
Una delle cose più simpatiche della giornata di ieri è stata la sorpresa che ci ha colti, quando seduti a tavola in un bel ristorante con ampio parco, il cameriere, un signor sulla sessantina ci ha offerto i menù in perfetto accento napoletano che ci ha lasciati stupefatti. A fine pranzo stavamo già parlando della sua vita in Svezia (arrivà nel 1984) e della nostra avventura iniziata da qualche mese. Enzo, questo il suo nome, abita anche lui a Norrköping e si lamentava del fatto che non c'erano più persone in città in grado di insegnare l'italiano ai figli loro e delle altre famiglie di italiani che qui hanno dato alla luce la loro prole... che quel paio di insegnanti che c'erano una volta ora sono troppo vecchi... c'è bisogno di forze fresche !
Rientrati in città nel pomeriggio abbiamo "recuperato" alla stazione del treno gli amici che per due settimane sono ospiti da noi (Giovanni ed Alessandra) e che nel frattempo avevano trascorso un periodo a Stoccolma. Tutti assieme non abbiamo perso l'occasione di andare a vedere le seconda più vasta collezione di graffiti sulla roccia della Svezia che risale all'era del bronzo (1800 a.C.).

Si tratta di circa 7000 incisioni rupestri nella roccia dei quali la concentrazione più elevata (1600 circa) si trova ad Himmelstalund, in un grande parco della città di Norrköping disposto lungo il fiume, il sogno di grandi e piccoli. Ieri lo abbiamo percorso per la metà, giocando a pallone con il più piccolo della compagnia, mentre le poche presenza umane si perdevano all'orizzonte, chi provando qualche colpo di golf, chi facendo jogging e nella sua grandezza il parco ci è sembrato veramente grande: infatti è un lungo rettangolo di erba con i lati di 1 km x 400 metri !

2 commenti:

alessandro ha detto...

uhm...e metter su un bed & breakfast?

Ragazzi, guardando le previsioni svedesi...che invidia, qui si schiatta dal caldo!

Cecilia Christine ha detto...

È da un po' di anni che penso di trasferirmi in Svezia dopo aver vissuto in vari altri Paesi ... Faccio la prof di italiano e questo post mi ha fatto pensare che forse riuscirei a trovare un avoro là ... Anche perché insegno pure inglese e spagnolo ... Ho trovato il blg per caso, sono a casa con la febbre e me lo sto leggendo tutto dall'inizio!