martedì 19 gennaio 2010

Raccomandata italiana: chi l'ha vista?

Come saprete abbiamo passato alcuni giorni in Italia alcuni dei quali trascorsi tra amici, parenti e sulle piste da sci. Tutto è andato per il meglio, il nostro soggiorno è stato molto piacevole... alla fine però si sono messe in mezzo le Poste Italiane e qualcosa è cambiato...
Alcuni giorni prima del nostro arrivo, avevo ricevuto nella cassetta della posta italiana un avviso di ricezione di una raccomandata. Grazie a degli amici che si occupano gentilmente della nostra posta e che hanno una delega permanente al ritiro delle raccomandate, è iniziata la solita procedura per il recupero della raccomandata presso l'ufficio postale.
La nostra amica la prima volta è stata troppo solerte recandosi all'ufficio il giorno dopo il recapito dell'avviso (che tra l'altro non recava né il numero, né il mittente e neppure la provenienza) e si è vista rispondere che bisognava attendere un giorno in più.
Trascorse le 24 or,e al successivo tentativo la raccomandata non era ancora presente in ufficio e qui è iniziato l'incredibile balletto che stento ancora a credere. Dopo svariate telefonate e visite all'ufficio postale la nostra povera amica è riuscita a ricostruire il tragitto della raccomandata: Padova, Albignasego, Montegrotto Terme, Abano Terme, Padova, Milano... avete letto bene... che centra Milano???
Alla fine siamo riusciti a recuperare il codice della spedizione ed abbiamo capito che la raccomandata è partita da Padova l'11 gennaio e il 18 gennaio è stata inviata a Milano.

La raccomandata avrebbe dovuto essere consegnata a pochi chilometri dal punto di spedizione mentre ora si trova a 250 km di distanza...
Quando a Pasqua rientreremo in Italia e porteremo con noi Anna e Martin (i nostri amici svedesi) per una breve vacanza, penso proprio che faremo loro visitare i nostri uffici postali, facendo provare loro le brezza di un'interminabile coda agli sportelli allietata però dalla vista di phon, lettori dvd, libri e tutte le altre cavolate che è possibile acquistare in quegli uffici.
Nel frattempo la mia raccomandata viaggia, viaggia e attraversa l'Italia ad est ad ovest... chissà cosa mi potrebbe raccontare al suo arrivo se solo potesse parlare...

5 commenti:

alessandro ha detto...

Se la portavano Anna e Martin col loro aereo arrivava in mezz'ora....

patrizia ha detto...

no comment!!!
mi ricordo di aver spedito un pacchettino all'inizio di Natale (2008)... a Como...dico Como... in macchina ci metto 25 minuti....forse meno... beh...il pacchettino è arrivato a Pasqua.....
Roba da matti...
un abbraccio
pat

melamerito ha detto...

Magari, per Pasqua, la raccomandata sarà arrivata.

Matteo ha detto...

Ciao ragazzi, mi chiamo Matteo ed ho anche io un blog sulla Svezia. Mi sono trasferito qui come voi a marzo 2009, a Lund. Complimenti per il vostro blog, lo inserisco nella mia lista di link.
Ciao
Matteo

http://utanpersiska.blogspot.com/

Mina ha detto...

Ciao Silvia e Gabriele, sono capitata per caso nel vostro blog. Vi auguro un meraviglioso Anno ed una vita altrettanto meravigliosa nella terra che ora vi ospita!
Le raccomandate da noi viaggiano ... a piedi. Che ci volete fare, siamo Italiani, un po' casinari e un tantinello disorganizzati!