lunedì 5 ottobre 2009

Pensavamo di aver già visto tutto

Grazie al suggerimento dei nostri amici, Francesco e Nastya, questo pomeriggio siamo andati alla scoperta di un nuovo supermercato dove fare la spesa in città.
Durante questi mesi avevamo avuto la possibilità di provare diversi supermercati e come sempre succede ci si affeziona di più ad uno che ad un altro. Ognuno ha le sue peculiarità: l'ICA Maxi è quello dove si può trovare di tutto con un'ottimo assortimento soprattutto nei reparti freschi (carni, formaggi, ecc.) e dove fai anche la spesa con la "pistola leggi codici a barre", il mitico Willy's il nostro preferito, oppure l'Hemköp sotto casa piccolo ma sempre utile per le piccole necessità.
Ma oggi era arrivato il momento di provare il City Gross. Il nome non ci ispirava grande fiducia ma una volta dentro è stato come il paese dei balocchi per i bambini.

Pensavamo di aver visto già tutto in termini di grande assortimento ed immensa varietà di prodotti ma il City Gross è veramente un altro pianeta: una vastità di prodotti, marche, scelte, dimensioni, un reparto di frutta e verdura che mi ha lasciato esterefatto! Penso di aver visto per la prima volta dei nuovi frutti di cui non ne conoscevo l'esistenza... poi quando la Silvia quando ha visto la confezione di gelato Carte D'or da due chili e mezzo non credeva ai suoi occhi... ovviamente è finito nel carrello che piano piano si è riempito. Finalmente siamo riusciti a trovare anche la carne di alce e renna, così per il pranzo di Natale sappiamo dove andarla a comprare !
Devo dire che America sono stato moltissime volte in diversi supermercati e quindi sono abituato in qualche modo alla vastità di scelta che li contraddistingue (chi è stato al WalMart ad esempio sa di cosa parlo...) ma il City Gross che oggi abbiamo provato sulla nostra pelle penso proprio che non abbia rivali (per ora...) !!

9 commenti:

franco ha detto...

ICA:si scrive con la "C" e non con la "K", non cominciamo a storpiare anche lo svedese.
"Silvia": nome propio di persona non può essere preceduto da nessuno articolo... altrimenti Dante (padre della lingua italiana) avrebbe scritto "la Silvia" e non "a Silvia"
ha en bra dag

Gabriele ha detto...

@franco: mi è scappata la K, chiedo venia... per l'altra questione lo so, ma mi piaceva di più così... il blog in fin dei conti non è un libro di testo per la scuola... ;)

thebfive ha detto...

... la Silvia ... piace anche a me da un senso di nordico (nord italia intendiamoci!) comunica da dove vengono gli autori.

Dante padre della lingua è pò antico forse strabisnonno della lingua :-)

Antonio ha detto...

Franco "a Silvia" è stata scritta da Leopardi... Dante aveva già Beatrice :o)

franco ha detto...

Franco "a Silvia" è stata scritta da Leopardi... Dante aveva già Beatrice :o)
(Ha sritto Antonio)

Me lo aveva già URLATO mia moglie,
chiedo venia anche io...
grazie Antò!

Marilena ha detto...

Ciao Silvia e Gabriele,ho scoperto oggi, grazie a una carissima amica, il vostro blog. Vi volevo semplicemente fare i miei complimenti, da grande amante della Svezia. Leggendo le vostre righe mi sono sentita più vicina ad un Paese che ammiro a amo da sempre.
Un saluto
Marilena

Silvia ha detto...

@ Marilena: grazie !

franco ha detto...

@Gabriele: la mia non era una critica (lungi da me l`idea di criticare due persone fantastiche come voi due) ma una piccola provvocazione per vedere se mi rispondevi,per fortuna lo hai fatto questo vuol dire che non sei ancora "svedese al 100%" e questo mi rassicura molto.(Frà qualche anno copirai il perchè).Una cosa però te la voglio dire io sono 45anni che vivo in Svezia ma ho sempre evitato paragoni trà le due nazioni le quali amo e rispetto a la stessa maniera...perchè sò che facendo paragoni ne uscirebbero tutte e due a "pezzi".
Och en stor, varm, gosig kram till dig och till "la Silva" från mig! ...

franco ha detto...

@thebfive:
....tjänare Hasse jag menar Dante Alighieri och inte Joe Dante skådespelare, ...